Un appello di solidarietà dalla comunità ‘Palavra Viva’: continuiamo a servire gli ultimi, sosteneteci!

Sono Suor Mirella, missionaria della Comunità Cattolica Palavra Viva. Grazie per ospitare il nostro appello su ItaliaSii, Dio vi benedica!

La Comunità è nata in Brasile e attualmente è presente anche in Italia per svolgere delle missioni, aiutando i giovani e le famiglie, oppure per studiare. Siamo una Comunità francescana e vista l’emergenza causata dal coronavirus sono venute meno le donazioni che avevamo per il mantenimento dei missionari e dei giovani che seguiamo.


 
Se a causa dell’attuale situazione epidemica, lei dovesse avere della merce ferma nei magazzini (dei prodotti danneggiati, vicini alla data di scadenza o scaduti che saranno rigidamente controllati da noi prima di essere consumati, oppure prodotti che non possono essere venduti a causa di qualche difetto o per vari motivi) della sua azienda e potrebbe condividere con noi un po’ di quello che ha, le dico che qualsiasi quantità ci sarebbe molto utile.
 
In Italia siamo un’Associazione senza scopi di lucro nominata Palavra Viva Onlus, chi ci aiuta ha la possibilità di avere benefici fiscali, quali deduzione o detrazione fiscale su quanto ci viene donato. Se necessario, potremmo firmare un documento con il quale prendiamo su di noi la responsabilità dell’utilizzo di quello che ci donate.
 
Sin d’ora la ringraziamo per la disponibilità e generosità, ci mettiamo a disposizione per qualsiasi informazione necessaria.
 
Le assicuriamo le nostre preghiere soprattutto in questo periodo di contagio del coronavirus, invochiamo la protezione del Signore e della Madonnina su di lei e le auguriamo il successo che merita per la sua attività. Abbiamo intensificato le nostre preghiere per l’Italia e per il mondo, se le fa piacere possiamo affidare al Signore le sue intenzioni di preghiera. Ci può inviare in questo indirizzo e-mail le sue richieste: [email protected].
 
Cordiali Saluti,
 
Suor Mirella Rocha
Comunità Cattolica Palavra Viva
 
I nostri contatti:
 
Indirizzo: Via Zucchelli 11/12, Roma (RM) | CAP: 00187 – Italia
Cellulare: +39 331 58 40 527 oppure +39 375 54 17 650
Fisso: +39 06 4201 0145
E-mail: [email protected]
www.palavraviva.com

Italia SII news

spesa fiumicino aeroporto

Covid-19: A Fiumicino, la Misericordia assiste famiglie e senzatetto che vivono in aeroporto

(AGENZIA SIR) Dalle 60 alle 120 famiglie raggiunte quotidianamente, tonnellate di cibo e prodotti per l’igiene raccolti, 20 cassette di pesce donate settimanalmente dai pescatori e distribuite alle famiglie. Sono i numeri che raccontano l’impegno della Misericordia Città di Fiumicino durante l’emergenza coronavirus, “un’esperienza che ha modificato radicalmente il nostro impegno, spostandolo anche dal settore

Leggi Tutto
papa francesco san pietro appello

“Faccio appello affinché non manchi a nessuno l’assistenza sanitaria” Le parole di Papa Francesco

“Faccio appello affinché non manchi a nessuno l’assistenza sanitaria. Curare le persone, non risparmiare per l’economia. Curare le persone, che sono più importanti dell’economia. Noi persone siamo tempio dello Spirito Santo, l’economia no” #PapaFrancesco IL TWEET DELLA CARITAS AMBROSIANA CHE VI PROPONIAMO "Faccio appello affinché non manchi a nessuno l’assistenza sanitaria. Curare le persone, non

Leggi Tutto
nuove povertà

Il nuovo allarme povertà è appena iniziato. “Il virus ha fatto cadere in grande difficoltà le persone già a rischio”

L’emergenza sanitaria potrebbe presto trasformarsi in un’emergenza socio-economica. Le persone che già prima dello scoppio della pandemia si trovavano in situazioni precarie, come le persone a basso reddito, i precari e i sottoccupati, sono quelle colpite più duramente, ma la crisi che seguirà potrebbe non riguardare soltanto loro. In un articolo, pubblicato quest’oggi sul Caffè,

Leggi Tutto
Persone sole, rifugiati, disabili, badanti e lavoratori in nero sono le fasce più esposte alla povertà dovuta al Coronavirus. Una crisi che si sta innescando

Ecco l’identikit dei nuovi poveri che si rivolgono alla Caritas: giovani e famiglie italiane

Persone sole, rifugiati, disabili, badanti e lavoratori in nero sono le fasce più esposte alla povertà dovuta al Coronavirus. Una crisi che si sta innescando, e che ha ripercussioni anche su famiglie giovani e italiane, quelli con il lavoro instabile e e precario, senza tutele, finiti fuori dal circuito produttivo proprio per colpa della crisi economica

Leggi Tutto